giovedì 17 maggio 2018

Street Trash - Horror in Bowery Street


Il proprietario di un negozio di liquori di un quartiere malfamato di New York trova una vecchia cassa di un superalcolico chiamato "viper" e decide di venderlo per un dollaro a bottiglia alla popolazione di senzatetto del quartiere.
Il liquore, utilizzato durante la guerra in Vietnam, fa sì che le persone inizino a sciogliersi orribilmente.

La sottile trama ruota attorno agli sfortunati che bevono il liquore e a un poliziotto che cerca di scoprire la fonte delle morti raccapriccianti.

Il regista Jim Muro all'età di ventidue anni gira questo film così strampalato e confusionario. Si potrebbe dire che pochi registi sarebbero stati così pazzi e incoscienti da gettare tutte le loro inibizioni e seguire le loro fantasie deliranti, non importa per quanto oscure e contorte. Un esempio di scena assurda e quella in cui i barboni iniziano a giocare a lanciarsi il pene di una vittima del liquore.
Gli effetti del Viper sull'organismo umano sono brillantemente realizzati, da menzionare una scena di un uomo che si scioglie in una toilette per poi scomparire Risucchiato dallo sciacquone.
Chissà se il film è una critica sociale alla guerra del vietnam o alla situazione dei senzatetto o al degrado di certi quartieri di New York? Sicuramente è una grottesca e divertente opera d'arte con una buona dose di umorismo nero.

Nessun commento:

Posta un commento