giovedì 17 maggio 2018

Sesso in testa

 
Diana, studentessa di sociologia, prepara la sua tesi sulla prostituzione nella società italiana, per far questo va sotto copertura come prostituta al fine di ottenere una migliore comprensione dei desideri e deviazioni del maschio italiano medio.

Dopo aver condotto tre mesi di intense ricerche, Diana presenta i suoi risultati ai membri della commissione di esame presieduta da Lino Banfi. In un primo momento gli uomini e le donne della commissione sono inorriditi dal soggetto, ma l'approccio scientifico di Diana guadagna rapidamente le loro attenzioni.
Il film è strutturato in quindici episodi dove si espone le perversioni, i vizi e le abitudini sessuali degli italiani, grazie alla protagonista che sperimenta sul campo. La studentessa ha anche un fidanzato, l'unico in grado di farle raggiungere l’orgasmo. Infatti quando si finge prostituta, per finalità di studio, non prova mai piacere.
Negli episodi vediamo: manager di successo che vanno a prostitute, prostitute che si fingono suore per attirare clienti. Un marito necrofilo che vuole far sesso con una prostituta accanto alla moglie morta. Un mafioso impotente che chiede a una prostituta di fingere un orgasmo. Un padre che chiede a una prostituta di fingersi sua figlia. Etc.
Notevole Lino Banfi che interpreta il presidente di commissione, il quale commenta in modo accademico le prestazione sessuali della laureanda.
Un vero docu-commedia-sex che investiga le abitudini sessuali, un film da rivalutare e sicuramente da vedere.

Nessun commento:

Posta un commento