giovedì 17 maggio 2018

L'ascensore

 
Un ascensore in un grande edificio inizia a comportarsi in modo anomalo: intrappola alcune persone, fa precipitare un vecchietto in fondo all'ascensore e decapita una guardia di sicurezza. Felix (Huub Stapel), il tecnico dell'ascensore, inizia a investigare per trovare la causa di questi malfunzionamenti, ma non trova niente, tuttavia, l'ascensore continua a seminare morti.
Felix insieme a un giornalista (Willeke von Ammelrooy) decide di andare in fondo al mistero. Così la loro indagine li conduce ben presto a una società che produce microchip per i militari.
Questo Horror olandese, non molto conosciuto, risulta essere una macabra commedia con decenti momenti di paura. Difficile immaginare un intero film basato su un ascensore omicida, eppure questo film riesce nel suo intento creando situazioni di tensione anche con una location così limitata. Un ascensore veramente spietato che se la prende soprattutto con le persone più deboli, come i bambini, i vecchi e i non vedenti.
Il film gioca sulla fobia di essere intrappolati in un ascensore, riuscendo perfettamente a infondere paura; sicuramente dopo aver visto questo film in molti preferiranno non prendere l'ascensore e farsi un paio di rampe di scale.

Nessun commento:

Posta un commento