giovedì 17 maggio 2018

Il Ritorno Dei Pomodori Assassini

 
Sono tornati, e questa volta si sono davvero stufati!
Sono passati 25 anni da quando i Pomodori Assassini hanno seminato il terrore, gli esseri umani sono rimasti così traumatizzati da bandire questi ortaggi da tutte le tavole del mondo.
Nel frattempo, rintanato nella sua dimora, il Prof. Cancrena, padre dei pomodori del primo episodio, vuole conquistare il mondo e per realizzare il suo sogno costruisce una macchina fantascientifica capace di mutare i pomodori in esseri umani. Questa macchina dovrà creare un esercito di uomini-pomodoro capaci di conquistare il mondo sotto il controllo dello scienziato pazzo.

Cancrena decide di creare da un pomodoro Tara, splendida ragazza che eccelle sia come domestica che come oggetto di desideri sessuali. Il prof. Cancrena, ovviamente, se ne innamora pazzamente, ma la donna decide di scappare con FT (Furry Tomato, un pomodoro peloso).
Nella sua folle fuga Tara si innamora di Chad, un ragazzo che consegna pizze a domicilio, il quale rimane inconsapevole delle origini pomodoresche della donna.
Cancrena non si da per vinto e cerca di recuperare la sua Tara e continuare il suo diabolico piano di conquista del mondo, ma Chad, insieme all'amico donnaiolo Matt (un giovane George Clooney), aiuterà la pomodora a scappare dalle grinfie del Professore.

Il Ritorno Dei Pomodori Assassini abbandona l'atmosfera horror del suo precedente capitolo e diviene deliberatamente un trash demenziale.
La pellicola vanta di interessanti spunti, degni dell' Oscar del Trash, come Furry Tomato, il pomodoro peloso, vero e proprio fenomeno da baraccone che vola e guida la moto. Interessante notare anche come i coraggiosi pizzaioli, per sopperire alla mancanza dei pomodori, ricorrono a mezzi più o meno appetibili, ma di colore rosso, per sostituire gli ortaggi ormai banditi.

Prototipo della commedia demenziali anni '80, Il Ritorno Dei Pomodori Assassini è un film trash dove non mancano le risate. Una pellicola che è una parodia di molti generi cinematografici, dall'horror alla commedia.
L'autore riesce a creare un film dove regna il meta-cinema con scene che ci ricordano che il cinema è pura finzione, come ad esempio la scena dove il regista (De Bello in persona) si lamenta del basso budget del film e da qui nasce la necessita di racimolare qualcosa con la pubblicità occulta, così inizieranno a comparire lattine di Pepsi e snacks vari nei luoghi più assurdi.
Da notare l'apparizione di Matt, giovanissimo George Clooney, che fa il piacione con il suo sguardo da cucciolo impaurito e con una fantastica pettinatura anni '80, oltre che ad un simpatico John Astin, Gomez della famiglia Addams, nei panni dello scienziato pazzo Cancrena.

La demenzialità regna sovrana con alcune scene fantastiche, dagli esperimenti scientifici che hanno lo scopo di trasformare i pomodori in pomo-donne e pomo-uomini, alla vendita di contrabbando di pomodori, alle improbabili risse, fino all'assurda storia d'amore tra Chad e Tara.

Questo capolavoro del trash è sicuramente un film da non perdere, se ne consiglia la visione insieme ad una pasta al pomodoro bevendo Bloody Mary.

Nessun commento:

Posta un commento