giovedì 17 maggio 2018

Fuga di cervelli



Emilio, un Nerd disadattato, decide di partire per Oxford per andare a trovare Nadia, la quale si è trasferita in Inghilterra perché ha vinto una borsa di studio. Alfredo, Lebowski, Franco e Alonso, quattro amici altrettanto disadattati, aiuteranno Emilio nel suo viaggio per andare a trovare l'amata. Il gruppo di amici emarginati faranno di tutto per realizzare il sogno amoroso del loro amico, ma il risultato sarà ovviamente deludente.
Non ho mai visto un film peggiore! Non si ride e non si piange... Anzi ci si incazza per aver perso un'ora e mezzo della propria vita. Il film risulta volgare e per quanto Ruffini cerchi disperatamente di buttarla sul demenziale riesce a realizzare solo una commedia ridicola e patetica che fa rimpiangere la commedia anni '80 con la Fenech e Alvaro Vitali.
Il film è pieno zeppo di personaggi irritanti usciti fuori da una commedia di serie Z e la regia di Ruffini è da dimenticare, piatta e approssimativa, mentre la sceneggiatura è scritta, forse, su rotoli di carta igienica, neanche un rotolo!!!
Da dimenticare al più presto.

Nessun commento:

Posta un commento